Un Mitreo Romano ad Est?

Rispondi
Avatar utente
tigranes
Vigintivir
Messaggi: 39
Iscritto il: 09/08/2018, 8:59

Un Mitreo Romano ad Est?

Messaggio da tigranes » 25/03/2019, 19:21

Gli archeologi turchi sono impegnati, dal 2014, nello scavo di una gigantesca fortezza Romana ("Zerzevan Kalesi") nei pressi di Diyarbakir.

http://www.zerzevan.com/?page_id=2203

Nel corso dei lavori è stato scoperto l'unico Mitreo Romano nell'area Orientale dell'Impero ! :P

https://www.dailysabah.com/history/2019 ... p5mglkrqty

Avatar utente
Publius Metilius
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 37
Iscritto il: 25/07/2018, 18:16
Località: Roma

Re: Un Mitreo Romano ad Est?

Messaggio da Publius Metilius » 26/03/2019, 0:56

Ave, princeps, e grazie per la comunicazione. E' impressionante pensare a quanto ancora c'è da scavare - e da trovare - lì sotto (anche se ho il sospetto che, visto che ci sono passati gli eserciti arabo-mussulmani al tempo delle guerre arabo-bizantine, statue e pitture avranno fatto una brutta fine :lol: ).
Aggiungo a quelli postati da Tig un altro link (https://www.youtube.com/watch?v=U2C0z8UPq0w) che contiene un servizio della televisione turca con intervista a uno degli archeologi responsabili dello scavo e riprese di studenti e volontari al lavoro all'interno del mitreo e presso la chiesa.

Avatar utente
tigranes
Vigintivir
Messaggi: 39
Iscritto il: 09/08/2018, 8:59

Re: Un Mitreo Romano ad Est?

Messaggio da tigranes » 26/03/2019, 8:05

Publius Metilius ha scritto:
26/03/2019, 0:56
...ho il sospetto che, visto che ci sono passati gli eserciti arabo-mussulmani al tempo delle guerre arabo-bizantine, statue e pitture avranno fatto una brutta fine...
Effettivamente, caro Met, molto poco, fino ad oggi, è emerso dagli scavi : una moneta di IULIA AVITA MAMEA, alcune punte di freccia a codolo, una manciata di perline da collana e un paio di fibbie in bronzo :

https://www.academia.edu/35468966/Co%C5 ... 4%9Fi_2017

Sorprende che una fortezza di queste proporzioni non sia mai stata citata da Ammiano Marcellino, così prodigo di particolari nel raccontare la ritirata verso Amida (oggi Diyarbakir) della "Legio V Parthica" di fronte alla travolgente avanzata Sassanide.
Gli archeologi, pur avendo trovato tracce di una preesistente fortezza Assira, sono certi di un poderoso intervento di restauro operato sia da Anastasio I che da Giustiniano, fino all'inevitabile abbandono nel corso della Conquista Islamica.

Rispondi